Altri Contenuti

Corruzione

Adempimenti ai sensi dell’art. 1, co. 14 della L. n. 190/2012 e D.Lgs. n. 33/2013

L’Autorità anti corruzione (Anac) ha pubblicato sul proprio sito in formato aperto la scheda standard che i Responsabili della prevenzione della corruzione sono tenuti a compilare per la predisposizione della Relazione prevista dall’art. 1, co. 14, della L. n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione (paragrafo 3.1.1., p.30) sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione. La Relazione è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza. Rispetto alla scheda pubblicata nel 2014, l’Autorità ha apportato alcune modifiche, che tengono conto dell’Aggiornamento al PNA, approvato dall’A.NA.C. con determinazione n. 12 del 28 ottobre 2015. La struttura del documento è rimasta sostanzialmente invariata; sono state effettuate alcune semplificazioni nel foglio n. 3, riguardante le misure anticorruzione, al fine di agevolare i Responsabili per la prevenzione della corruzione nei propri adempimenti. La relazione annuale, che ai sensi dell’art. 1, co. 14, della L. n. 190/2012 e del Piano nazionale anticorruzione dovrebbe essere predisposta entro il 15 dicembre di ogni anno, dovrà essere pubblicata entro il (31 dicembre) 16.01.2016 e dovrà contenere il rendiconto sull’efficacia delle misure di prevenzione definite nei Piani triennali di prevenzione della corruzione.

Il documento dovrà essere pubblicato esclusivamente sul sito istituzionale di ogni amministrazione nella sezione “Amministrazione trasparente”, sottosezione “Altri contenuti – Corruzione” e non dovrà essere inviato all’Anac. Per saperne di più, clicca questo link.

Relazioni annuali responsabile anticorruzione

Piano Triennale Anticorruzione

Adempimenti ai sensi del d.lgs. n. 150/2009

Con deliberazione del C.d.A. n. 7 del 27.03.2013 è stato approvato il “Piano anticorruzione” del C.S.A., successivamente aggiornato con deliberazione n. 01 del 25.01.2014 ed è stato individuato nella persona del Segretario/Direttore il responsabile della prevenzione della corruzione, nonché responsabile per la trasparenza ai sensi della vigente normativa in materia.

Il programma triennale anticorruzione è stato adottato tenendo conto della specificità del C.S.A. di Adria, nel pieno rispetto delle norme di diretta applicazione indicate dalla L. 190/2012.

La Civit, quale Autorità Nazionale Anticorruzione, ha chiarito che non ha natura perentoria il termine del 31 marzo 2013, data cui l’art. 34 bis, co.4 del D.L. 18.10.2012, n. 179 ha differito il momento di adozione del piano triennale di prevenzione della corruzione da parte delle P.A. e delle società dalle stesse partecipate o controllate.

Il Piano triennale, secondo la CIVIT, dovrà essere adottato entro il tempo strettamente necessario e secondo le linee indicate nel Piano nazionale anticorruzione, dopo l’approvazione dello stesso da parte della medesima Commissione.

Andrà sin d’ora nominato il Responsabile della prevenzione della corruzione, il quale, ai sensi dell’art. 43 del D.Lgs. n. 33/2013, svolge, di norma, anche le funzioni di Responsabile della trasparenza, assumendone le relative responsabilità, anche di natura disciplinare, oltre agli obblighi di vigilanza, sanzionabili ai sensi dell’art.46, stesso decreto.

Questi, infatti, è tenuto all’aggiornamento del relativo Programma triennale, già previsto dall’art.11, D.Lgs. n. 150/2009, oggi abrogato e confluito nell’art.10 del D.Lgs. n. 33/2013.

Si ricorda che, in forza di quest’ultima disposizione, il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità costituisce, di norma, una sezione del Piano di prevenzione della corruzione.

Per consultare il Piano triennale anticorruzione  del C.S.A. 2016-2018, approvato con deliberazione del C.d.A. n. 25 del 14/11/2016 clicca qui.

Riferimenti normativi principali

» Delibera Civit n. 50/2013 “ Linee guida aggiornamento Programma triennale” 

 


Accesso Civico

Il responsabile della trasparenza del C.S.A è il Segretario-Direttore.

L’indirizzo di posta elettronica cui inoltrare la richiesta di accesso civico è il seguente:

csaadria.segreteria-protocollo@pec.it

Approfondimenti
Riferimenti normativi principali

Dati sciopero

Sciopero lavoratori C.S.A. proclamato da CGIL CISL UIL per il giorno 01/04/2017

Numero dipendenti (dirigenti compresi):  n. 159
Numero dipendenti assenti per adesione allo sciopero:  n. 12
Totale trattenute sulle retribuzioni per sciopero: €  690,53

Sciopero lavoratori C.S.A. proclamato da CGIL CISL UIL per il giorno 27/05/2017

Numero dipendenti (dirigenti compresi):  n. 153
Numero dipendenti assenti per adesione allo sciopero:  n. 12
Totale trattenute sulle retribuzioni per sciopero: €  722,07

Sciopero lavoratori C.S.A. proclamato da CGIL CISL UIL per il giorno 02/08/2017

Numero dipendenti (dirigenti compresi):  n. 155
Numero dipendenti assenti per adesione allo sciopero:  n. 7
Totale trattenute sulle retribuzioni per sciopero: €  391,83

Riferimenti normativi
  • Pubblicazione dati di adesione allo sciopero come previsto dall’art. 5 della Legge n. 146/90 aggiornata dalla L. n. 83/2000

Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche (BDAP)

Adempimento Obblighi Trasparenza – FOIA D.lgs. 97/2016

Si riporta il link  di seguito indicato:

http://www.bdap.tesoro.it/sites/openbdap/EmptySite/Pagine/OpenReport.aspx?modalita=link&idR=FgAUHFlfxgsAFwYAAACHAiUbeOO1D67w&T=BusinessObject&sIDType=CUID&noDetailsPanel=true&X_Ente=90005070298?

_____________________________________________________________________________________________________